18/03/09

DA NON PERDERE

Scheda evento

[Teatro]
giovedì, 26 marzo 2009
ore 21:00

MADRE CON CUSCINO di Vitaliano Trevisan con Marco Tezza Daniele Roccato Vitaliano Trevisan

Centro Culturale Candiani Mestre/Caligola Circolo Culturale

Debutta al Candiani di Mestre il nuovo lavoro di Vitaliano Trevisan "Madre con cuscino", prima solo reading ed ora invece "piece" multimediale per parola, musica e immagini. Sul palcoscenico lo stesso Trevisan insieme a due giovani ma già affermati concertisti classici, il pianista vicentino Marco Tezza, classe 1964, e Daniele Roccato, contrabbassista nato nel 1969 ad Adria e oggi residente a Roma. Verranno eseguite soprattutto musiche di autori del '900, da Paul Hindemith ad Arvo Pärt.
«Un tentativo di integrazione tra parola e suono, senza che l'una prevalga sull'altro. Compito non facile, o facile da svolgere male. Certo non un cosiddetto "recital", forma a cui l'autore è allergico; né la lettura di un racconto con commento musicale: ridurre la musica a "commento" è un concetto che ci intristisce. La storia c'è, e non ha bisogno di commenti: un uomo torna a casa per prendersi cura della vecchia madre affetta da alzheimer. Nel corpo della madre egli ritrova la cifra di una malattia da cui nulla sembra
essere immune... Eppure, in quel "corpo" devastato c'è ancora qualcosa: contro ogni logica esso si ostina a vivere. Storia, non narrazione; drammaturgia piuttosto, dunque voce. Alla musica il compito di definire lo spazio, l'ambiente, sia interno che esterno....»

2 commenti:

SpritzLetterarioVicenza ha detto...

Paola C ed io siamo andate. C'era anche Tiziana con alcuni soci del circolo Walter Tobagi di Mestre. Lo spettacolo è stato molto emozionante, ci saranno repliche a Bologna e Vicenza al teatro comunale: lo consiglio a tutti!
Marianna

SpritzLetterarioVicenza ha detto...

Dimenticavo, c'era anche Tiziano Scarpa, autore di diversi libri, saggi e poesie. Ha partecipato con un racconto al libro: I nuovi sentimenti. E' molto amico di V. Trevisan e di Tiziana, sarà con noi al festival di Montegalda.